Strumenti Utente

Strumenti Sito


configurazione_iniziale

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Prossima revisione
Revisione precedente
configurazione_iniziale [2014/11/05 11:01]
secoges creata
configurazione_iniziale [2014/11/05 16:00]
secoges [Configurazione come controller di dominio aggiuntivo]
Linea 24: Linea 24:
 {{ :​lc_network.png?​200 |}} {{ :​lc_network.png?​200 |}}
  
-**Importante**+----
  
 +**Importante:​**
 Terminata la configurazione della rete il sistema potrebbe risultare irraggiungibile se le classi di indirizzamento sono state cambiate. Terminata la configurazione della rete il sistema potrebbe risultare irraggiungibile se le classi di indirizzamento sono state cambiate.
 Questo non costituisce un problema, una volta salvata la configurazione,​ procedere a collegare il server alla rete per continuare con la configurazione del sistema. Questo non costituisce un problema, una volta salvata la configurazione,​ procedere a collegare il server alla rete per continuare con la configurazione del sistema.
 +
 +----
 +
 +====== Domain Provision ======
 +
 +Al termine della configurazione di rete, e dopo aver collegato l'​appliance alla rete aziendale, il passo successivo consiste nell'​effettuare la configurazione del dominio active directory.
 +
 +A questo punto ci si troverà di fronte a due opzioni
 +
 +  * Configurazione come dominio stand-alone
 +  * Configurazione come controller di dominio all'​interno di una infrastruttura active directory esistente.
 +
 +Sebbene il processo di configurazione sia molto simile, le implicazioni sono particolarmente significative,​ pertanto si è deciso di mostrare i due procedimenti nel dettaglio.
 +
 +===== Configurazione come dominio stand-alone =====
 +
 +Questo tipo di configurazione è indicata nel caso in cui non si disponga di una rete gestita da un domain controller esistente, o se si desidera mantenere separate le utenze di sistema dagli utenti di posta.
 +
 +Durante la configurazione verrà mostrata una finestra come quella mostrata nell'​immagine sottostante:​
 +
 +{{ :​localdomain.png?​200 |}}
 +
 +per procedere con la configurazione sarà sufficiente specificare:​
 +
 +  * hostname: es mailserver
 +  * nome del dominio: es legal-com.net
 +
 +e premere il pulsante avvia.
 +
 +
 +----
 +
 +**Importante**
 +Il nome a dominio non deve essere necessariamente il nome del dominio di posta, ma può anche essere un nome a dominio fittizio: solitamente per i server collocati all'​interno di reti locali, l'FQDN non coincide con quello pubblico. Se si specifica un dominio fittizio (es lega-com.lan) sarà possibile specificare il dominio pubblico successivamente
 +
 +----
 +
 +Il sistema a questo punto procederà alla creazione dello schema active directory, e alla configurazione del sistema con le impostazioni di base.
 +
 +Al termine della procedura di provision sarà possibile effettuare l'​accesso al pannello amministrativo e
 +procedere con la configurazione
 +
 +===== Configurazione come controller di dominio aggiuntivo =====
 +
 +Questa configurazione è particolarmente indicata se si dispone già di una rete con dominio active directory, e si desidera avere una integrazione completa tra gli utenti di dominio e le rispettive caselle di posta elettronica.
 +
 +Per effettuare la configurazione sarà sufficiente compilare i campi nella schermata che viene mostrata (vedi immagine sottostante) e premere il pulsante avvia
 +
 +{{ :​joindomain.png?​200 |}}
 +
 +Nella finestra di dialogo saranno richieste le seguenti informazioni,​ che dovranno essere coerenti con la configurazione del dominioa ctive directory esistente:
 +
 +  * Hostname: questo valore è a piacere e identifica il nome del server (es: mailserver)
 +  * Dominio: questo parametro deve essere compilato con il nome del dominio active directory esistente nel formato FQDN
 +  * Netbios: andrà compilato con il nome a dominio esistente in formato NETBIOS (es: se il dominio è dominio.local,​ il nome netbios sarà DOMINIO tutto maiuscolo)
 +  * Nome utente: il nome utente di un amministratore di dominio (membro del gruppo domain admin)
 +  * Password: la password dell'​utente sopra indicato.
 +
 +Affinché il join al dominio vada a buon fine assicurarsi che i valori sopra indicati siano corretti prima di procedere al provision.
 +
 +Al termine della procedura, verificando la struttura di acrive directory, sarà possibile identificare il nuovo server nella lista dei domain controller.
 +
 +----
 +
 +**Importante:​**
 +La procedura di provision effettuerà un'​estensione dello schema di acrive directory aggiungendo gli schemi di Exchange, per questo motivo il server easymail richiederà (in automatico) di acquisire il controllo su alcuni ruoli del dominio, necessari per l'​estensione dell'​albero active directory.
 +
 +----
 +
 +Al termine della procedura di configurazione,​ tutti gli utenti e i gruppi saranno automaticamente visibili dal sistema legalcom, e sarà possibile procedere alla configurazione delle caselle di posta per gli utenti esistenti.
 +
 +===== Primo accesso =====
 +
 +Terminata la fase di provision, si verrà automaticamente ridirezionati alla pagina di login del pannello amministrativo,​ al quale sarà possibile effettuare il login inserendo le credenziali scelte in fase di provision.
 +Nel caso in cui il sistema faccia parte di una rete con domain controller già esistente, qualsiasi utente con privilegi di domain admin avrà la possibilità di accedere al pannello amministrativo.
 +
 +{{ :​admin_login.png?​200 |}}
configurazione_iniziale.txt · Ultima modifica: 2014/11/05 16:00 da secoges